Cannabis legale: tutto quello da sapere

Oggi si sente moltissimo parlare di cannabis legale ma non è ancora chiaro a tuti di che cosa si tratta. si parla di cannabis legale per definire un prodotto che si presenta sotto forma di infiorescenze con un contenuto di THC inferiore all’1%. Il THC è la sostanza alterante che è presente in alcune tipologie di cannabis ma quella che viene venduta oggi nei negozi no ha praticamente THC. Il solo compente presente, anch’esso comunque in contenuto molto ridotto, è il CBD. Dagli ultimi studi è stato confermato che il CBD ha un valore terapeutico cioè può esser utilizzato per curare una serie di patologie lievi. Gli effetti dei cannabinoli sono tutti testati e sicuri perciò ne è stata consentita la vendita.

La cannabis legale è un prodotto che sta prendendo piede un po’ ovunque e i dati dicono che ogni giorno aprono ben 3 negozi che vendono cannabis legale e altri prodotti derivati. In merito alla cannabis c’è moltissima disformazione, anche per colpa di politiche che spesso hanno associato cannabis ad altre droghe molto più pesanti con effetti devastanti come eroina, cocaina etc. Ci sono state negli anni diverse proposte di legge che avevano come oggetto la liberalizzazione ma hanno sempre fallito. Oggi al Cannabis è venduta in diverse parti del mondo, in primis negli USA per fini curativi. Alcuni stati, come la California, hanno addirittura liberalizzato l’uso ricreativo della sostanza e così ha fatto anche il Canada. Molti sono i benefici che in realtà ha uno Stato in seguito alla liberalizzazione, tra cui anche la lotta alla criminalità organizzata.

La Cannabis legale è una tipologia di cannabis leggera e light che non ha THC, il ricino attivo dello sballo. Questo permette di assumere la cannabis senza avere poi effetti psicoattivi. Oggi è stata liberalizzata la vendita di cannabis che ha una soglia di THC intorno allo 0,2% che è ordinabile anche da casa come il cibo da asporto. Per saperne di più: www.cannabislegale.cloud